addio

ti avevamo lasciato solo, tutti

noi pacifisti, convinti che il tuo essere pacifista fosse uno scudo, forse perchè lo speriamo per noi, noi “buonisti”, ideologicamente sicuri che tutti siano buoni se si è buoni con loro, non ci siamo preoccupati il necessario e avremmo dovuto

avremmo dovuto, anche a ferragosto, chiedere con forza il ritiro dei nostri soldati, non per cedere a un ricatto, ma perchè era giusto, per far finire la ridicola finzione di una missione di pace in un paese in guerra, una missione nella quale NOI BOMBARDIAMO AMBULANZE, lo neghiamo, e poi ci facciamo fare il lavoro sporco dagli americani, che tanto ci sono abituati, e ci hanno rimpatriato il giornalista “colpevole d’indipendenza” Garen, costringendolo al silenzio

gli altri… per gli altri dice bene Ezio Mauro: «Quanto a quel pezzo di opinione che ha irriso gli ideali di Baldoni e deriso le sue scelte, perché questa volta l’ostaggio veniva da un mondo di sinistra, c’è poco da capire: questa è la destra di casa nostra, capace di distinguere tra ostaggio e ostaggio, tra morto e morto, perché le persone non contano, sull’altare dell’ultima feroce ideologia e della meschina barbarie intellettuale che si agitano nel bicchier d’acqua italiano, incosciente del contesto.»

perdonaci

One Response to “addio”

  1. Anonymous ha detto:

    Grazie Barbara.
    Alberto